Enza Garipoli
Direttore responsabile


   Misura d'Amore

Il supplemento culturale:
Misura d'Amore

 

.................................. entra


  TURISMO

 APPUNTAMENTI SICILIANI GIORNO PER GIORNO:
Spettacoli Arte, cinema d’autore, Concerti, convegni, Fiere, incontri, Mostre, sport, teatro

..........................  entra


  15 giugno2007

PALERMO - CELEBRAZIONI 60° REGIONE SICILIANA, NAPOLITANO NEL GIARDINO DELLA MEMORIA
di Alfio Pizzone 

......................... di più


           IL RACCONTO

Omaggio per i nostri lettori: "ASPETTANDO IL PROCESSO"
 di Enza Garipoli

...............................entra


© sicilia millennium 2007
   tutti i diritti riservati

---

   
 

 

 

SPETTACOLO

novembre 2007


IMPRESSIONI DOPO IL TRAMONTO di una spettatrice del Tributo ad Astor Piazzolla del 28 ottobre 2007 AL Centro Congressi Marconi di Alcamo

di Simonetta Genova

 

ALCAMO - Una domenica, nel tardo pomeriggio, si pensa di ascoltare della buona musica proposta dall’Associazione Amici della Musica di Alcamo. L’iniziativa si chiama “Tributo ad Astor Piazzolla”. L’auditorium Marconi è luminoso e bianco di marmi lucidi. Mentre mi dispongo all’ascolto del concerto, mi sorprende una voce calda che introduce la figura di questo musicista rivoluzionario, irriverente e appassionato come solo i geni sanno essere. Poi, a tradimento, sono catturata dal suono sobrio e misterioso della chitarra classica.
La musica dei Cinco Piezas si insinua dentro di me con gradualità; mi avvolge a poco a poco; lentamente mi invita ad oltrepassare una soglia oltre la quale si possono intravedere, solo per un attimo evanescente, universi immaginari. Comprendo adesso le parole del narratore, che ci descrive “alterazioni ritmiche”, “giochi di sovrapposizione di più melodie”. Un po’ come i pittori impressionisti, colpiti da forme, luci e colori, io divento il bersaglio delle armonie di suoni prodotte, con emozione visibilmente trattenuta, da Davide Velardi. Il suo dolce dialogo con lo strumento e le dita veloci sui tasti evocano immagini rimaste patrimonio esclusivo della mia mente in quel momento. Eppure sono certa che analoghe sensazioni quella musica produce sugli altri attentissimi ascoltatori: tutti sembrano percepire i suoni non come frammenti isolati, ma cogliendo l’impressione della loro totalità, e quindi ricostituendo una nuova realtà emozionale, che abbatte i confini dello spazio fisico in cui agisce il giovane musicista.

Il narratore, Salvo Rubino, con un fare intrigante che richiama quello del mitico “Gato”, ci rivela la personalità del grande tangueiro che, fortemente criticato dagli altri compositori, osò assurgere al livello di musicista colto, tagliando il cordone ombelicale che legava il tango all’omonima danza e trasformandolo in musica da ascoltare, al pari di quella sinfonica o del jazz.
Poi l’attore lascia spazio al flauto traverso di Concetta Maria e alla chitarra di Alessandro Blanco. Se per i Cinco Piezas mi era sembrato che il bianco dell’auditorium si trasformasse in una penombra azzurrina, d’atmosfera, con l’Histoire du Tango l’aria attorno a me improvvisamente si riempie di colori: bolle variopinte esplodono in bagliori rossi, blu, dorati, e mi sembra di vedere distintamente fumosi caffè ed equivoci locali, pieni del vocio degli avventori attirati da gambe formose. È una musica allegra e travolgente, cui fanno da contrappunto inequivocabili cenni di intesa fra il chitarrista e la flautista…
La voce di Salvo Rubino si fa suadente, ed evoca con le parole di Anna Mauro la personalità di quest’ “uomo lirico, introspettivo, dalla sensibilità raffinata”; poi ci invita a lasciarci trasportare “al di là del tempo, al di là dello spazio, lì, dove la dimensione è nobile e raffinata”; infine ci avverte: “proverete emozioni vere e una straordinaria voglia di volare”. E così è.
Giorgio Buttitta e Davide Velardi appaiono con la loro mise rigorosamente nera, raggiungono le postazioni con passi felpati, si tendono di anticipazione, si guardano e uniscono le loro chitarre. È un trionfo di virtuosismi, unisoni, percussioni della cassa e sguardi divertiti.
L’auditorium è inondato di bagliori luciferini, ma nulla di malefico sta accadendo: eccolo, finalmente, il tango come “affermazione d’identità”, “rito che libera dalle angosce della vita”, slancio “del rifiuto delle regole, della composizione svincolata da ogni catena e da ogni imposizione”. Non so più se condividere anche queste parole dell’autrice del testo: “Il tango di Piazzolla è un tango da concerto. Non si balla … si ascolta”.
Personalmente, qui in platea, sto fremendo. Infatti nella Tango Suite l’energia è incontrollabile e gli applausi che accolgono la fine del pezzo sono semplicemente perfetti per concludere questa armoniosa e composita performance.
 


 

.......................................................................


Altre notizie

....................................vai all'indice

  email: scrivi al direttore

  

Gennaio  2007 - Le Fiere in Italia

Casella di testo: cultura&show
PUBBLICITA' ON LINE
Per la pubblicità e piccoli annunci su SICILIA MILLENNIUM inviare email a: reclame@siciliamillennium.it
....................................
.entra


27 ottobre  2007

ALCAMO - TRIBUTO AD ASTOR PIAZZOLLA DI DAVIDE VELARDI & EL GATO DI ANNA MAURO CON SALVO RUBINO

Amici della Musica di Alcamo, stagione concertistica 2007
Domenica 28 ottobre, ore 18.45 – Centro Marconi ( Alcamo )

.................................. di più


    IL TEATRO DI ANNA MAURO

IN ANTEPRIMA, SICILIA MILLENNIUM HA L'ONORE DI PUBBLICARE LA SPLENDIDA COMMEDIA DI ANNA MAURO

IL MIRACOLO 
DELLE UOVA DI PASQUA
 

...........................per saperne di più

  IL BLOG CON ANNA MAURO

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Anna Mauro

...........................per saperne di più

3 marzo 2007

PALERMO - CON MARILIA CHIOVARO E GINO BONANNO, LA SEMENZOLOGA AND COMPANY di ANNA MAURO
BISSA IL SUCCESSO
di Aldo Reina

........................................... di più


Altre notizie

..............................vai all'indice


 

 



progetto grafico Edizioni Steri -  2004 - 2005
progetto editoriale-impaginazione: Enza Garipoli
© sicilia millennium 2007   tutti i diritti riservati