Enza Garipoli
Direttore responsabile


  Speciale

L'ASSASSINIO DELL'ISPETTORE RACITI

CATANIA - TRAGEDIA ALLO STADIO MASSIMINO
LO SPECIALE SULLA NOTTE DEL DERBY

di Enza Garipoli

.................................  entra


  Speciale Dico

ROMA - DICO: IN SINTESI TUTTE LE NOVITA' DEL DDL SULLE COPPIE DI FATTO

.................................entra


  Inchiesta minori


CATANIA - INCHIESTA NEL DISAGIO MINORILE IN SICILIA
di Enza Garipoli

............................... di più


           IL RACCONTO

Omaggio per i nostri lettori: "ASPETTANDO IL PROCESSO"
 di Enza Garipoli

...............................entra


              MISURA D'AMORE

IL SUPPLEMENTO CULTURALE
"MISURA D'AMORE"
 

.................................. entra


© sicilia millennium 2007
   tutti i diritti riservati

   
 

 

 

 

SPETTACOLO

1 giugno 2007

“ Carnacoccipola “ di Anna Mauro
Drammi e virtù del nostro quotidiano

di Aldo Reina

 

PALERMO - Martedì 29 maggio, al Teatro Cristal di Palermo, a chiusura della stagione teatrale del “Carrozzone”, è andata in scena, in prima nazionale, la commedia in due atti “Carnacocipola” di Anna Mauro.
In premessa è necessario precisare che il testo dell’opera ha il pregio di ripercorrere una storia dei nostri giorni, quanto mai attuale e comune in molte famiglie. Tratta di una badante rumena, del rapporto con un vecchio maresciallo ammalato e triste per la dipartita della moglie, e di tutti i complessi risvolti emotivi che s’instaurano in questi casi in un contesto domestico. La commedia è sospinta da avvenimenti riscontrabili nella cronaca quotidiana, concernenti antefatti, fatti e misfatti relativi a determinate condizioni umane, assemblati in una mescolanza di bisogno, sfruttamento, violenza, comprensione reciproca, tenerezza, solidarietà e amore. Si può immaginare, quindi, come le componenti creative della trama siano molteplici e scottanti, intinte in un ampio spettro emozionale, e come la scrittura originaria abbia comportato non poche difficoltà realizzative. Ebbene, la rappresentazione scenica ha soddisfatto ogni esigenza artistica e si può con certezza affermare che gli spettatori sono rimasti totalmente coinvolti per la suggestione di quanto offerto ai propri occhi e alla propria sensibilità.
Grande merito è da ascrivere alla regia, della stessa autrice, e ai suoi collaboratori, nonché al cast del “Carrozzone” che, ancora una volta, ha destato inusitata partecipazione emotiva negli spettatori, con livelli di resa artistica assoluti nel climax complessivo, nei singoli attori e nel sincronismo di gruppo.
Le vicende inscenate sono estese in un arco temporale necessariamente lungo, questo aspetto poteva essere un punto di debolezza della commedia, invero si è rivelato un punto di forza, laddove l’accorta regia ha ideato quadri narrativi agili e scorrevoli, di sostanza e colore, con fermo immagini sospesi nel tempo e cambi di scena repentini, riversate in una convincente scenografia (Valentina Raccuglia) e supportate da scelte musicali epocali e soprattutto da un sapiente dosaggio cromatico delle luci (Davide Velardi, coadiuvato da Livio Rubino). Queste intuizioni artistiche hanno rinvigorito il narrato teatrale, riuscendo a dare fascino innovativo alla rappresentazione, con una connotazione quasi cinematografica.
Gli attori hanno seguito un canone recitativo di stampo classico, quasi antico. Sicché dal primo all’ultimo hanno espresso un tocco personale perfettamente confacente al personaggio rappresentato in un corollario di situazioni sceniche verosimili e avvincenti. E così Gino Bonanno (il prete) Simonetta Genova (l’ispettrice di polizia) Maurizio Tusa (il marito di Isa), Giuseppe Cina (il malavitoso rumeno), Claudio Mandalà e Antonio Simone (i due malviventi), Salvo Rubino (il dottor Ciriale), seppur in ruoli secondari, si sono attenuti alle parti assegnate con professionalità e ottima resa; Clara Montalbano (Ana, la figlia di Nina) ha recitato con buon piglio e sicurezza anche nelle scene più movimentate, Marilia Chiovaro (Isa, la figlia del vecchio maresciallo) ha dato sfoggio delle proprie capacità espressive, rivelatesi fondamentali all’inizio del primo atto per cogliere gli aspetti psicologici dei successivi sviluppi della commedia.
Discorso a parte meritano i quattro attori su cui s’incentra la commedia.
Davide Di Meglio (Peppo, nipote del vecchio maresciallo): giovane attore emergente con un grande futuro, ha palesato il proprio talento disegnando il personaggio del nipote con applicazione e grande istinto, dimostrando di essere in grado di recitare con la medesima spigliatezza in ruoli seri, comici o tragici.
Maria Teresa Ricotta (Maria): ha rivelato una bravura fuori del comune, del tutto inaspettata in un ruolo drammatico, ha mantenuto la parte con una gestualità impressionante, riuscendo a dare corposità al personaggio nella raffigurazione della moglie defunta del vecchio maresciallo spettrale e diafana, con spinte di notevole coinvolgimento emotivo.
Silvana Sardina (Nina): straordinaria interprete di Nina, ha affascinato gli spettatori con la sua singolare naturalezza nel ruolo. Padrona della scena con i suoi modi gentili aderenti alla parte, nel linguaggio e nelle espressioni, ha commosso la platea per la simbiosi assoluta con il personaggio negli accadimenti raffigurati. Chi l’ha vista recitare difficilmente potrà dissociare l’attrice dal personaggio, Silvana Sardina da oggi non potrà che chiamarsi Nina.
Filippo Minneci (il vecchio maresciallo): attore di grande qualità, si è disimpegnato nel ruolo con passione. Di rilievo l’impatto emotivo che ha saputo trasferire al pubblico, la sua recitazione è sempre stata adeguata e convincente, toccando punte di forte commozione nel finale.

 

 

.......................................................................


Altre notizie

....................................vai all'indice

 

  email: scrivi al direttore

21.5.2007   

Maggio 2007

Casella di testo: cultura&show
PUBBLICITA' ON LINE
Per la pubblicità e piccoli annunci su SICILIA MILLENNIUM inviare email a: reclame@siciliamillennium.it
....................................
.entra


    IL TEATRO DI ANNA MAURO

IN ANTEPRIMA, SICILIA SU MILLENNIUM LA SPLENDIDA COMMEDIA DI ANNA MAURO
IL MIRACOLO DELLE UOVA DI PASQUA

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ANNA MAURO

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Anna Mauro

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI MAGIC

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Magic

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ALDO REINA

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Aldo Reina

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ENZA GARIPOLI

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Enza Garipoli

...........................per saperne di più

Altre notizie

..............................vai all'indice


 

 



progetto grafico Edizioni Steri -  2004 - 2005
progetto editoriale-impaginazione: Enza Garipoli
© sicilia millennium 2007   tutti i diritti riservati