Enza Garipoli
Direttore responsabile


  Speciale

L'ASSASSINIO DELL'ISPETTORE RACITI

CATANIA - TRAGEDIA ALLO STADIO MASSIMINO
LO SPECIALE SULLA NOTTE DEL DERBY

di Enza Garipoli

.................................  entra


  Speciale Dico

ROMA - DICO: IN SINTESI TUTTE LE NOVITA' DEL DDL SULLE COPPIE DI FATTO

.................................entra


  Inchiesta minori


CATANIA - INCHIESTA NEL DISAGIO MINORILE IN SICILIA
di Enza Garipoli

............................... di più


           IL RACCONTO

Omaggio per i nostri lettori: "ASPETTANDO IL PROCESSO"
 di Enza Garipoli

...............................entra


              MISURA D'AMORE

IL SUPPLEMENTO CULTURALE
"MISURA D'AMORE"
 

.................................. entra


© sicilia millennium 2007
   tutti i diritti riservati

   
 

 

 

 

DALL'ITALIA E DAL MONDO

5 giugno 2007

CATANIA - CASO RACITI, IL GIP ANNULLA L'ORDINE DI ARRESTO PER OMICIDIO A FAVORE DEL DICIASSETTENNE INDAGATO PER LA MORTE DELL'ISPETTORE UCCISO IL 2 FEBBRAIO SCORSO ALL'ESTERNO DELLO STADIO MASSIMINO

 

CATANIA - Il giovane catanese di 17 anni, indagato per la morte dell'ispettore Filippo Raciti, ha pianto di gioia quando gli è stato comunicato che il gip Alessandra Chierego aveva annullato l'ordine di arresto per omicidio emesso contro di lui dopo l'avvio della relativa inchiesta.
Ai suoi difensori dello studio Lipera il giovane, che resta tuttavia in carcere per resistenza aggravata a pubblico ufficiale, aveva detto di "sentirsi ottimista" sulla decisione del gip che ha affermato di "ringraziare per la serenità avuta nella valutazione del caso". Il primo pensiero è stato per la famiglia: "Spero di tornare presto a casa per potere riabbracciare i miei genitori".
Per il reato di resistenza aaggravata il dibattimento per il giudizio immediato è stato fissato per il prossimo 5 luglio.
Il giovane tifoso che partecipò agli scontri a margine del derby con il Palermo, ha detto di "avere capito di avere sbagliato, di avere commesso un errore gravissimo, ma soltanto per la passione del calcio". Quella passione che lo ha portato a esultare in carcere quando il Catania, vincendo con il Chievo a Bologna, ha conquistato la permanenza in serie A: "Se la squadra fosse retrocessa in B  non me lo sarei perdonato, perché sarebbe stata anche colpa mia...".

"Dubbi dalla perizia dei Ris", tanto da far venire meno "la gravità degli indizi per giustificare la detenzione cautelare in carcere" ma non sull'ipotesi 'fuoco amico' che viene nuovamente esclusa, tanto da rigettare l'ennesima richiesta di perizia medico legale. Sono i punti principali dell'ordinanza con la quale il gip Chierego, accogliendo la richiesta dei legali dello studio Lipera, annulla l'ordine di arresto per omicidio, del diciassettenne accusato della morte dell'ispettore Filippo Raciti.

Nel provvedimento il gip scrive che "pur non venendo meno il complesso degli elementi indiziari a carico dell'indagato dalla perizia dei carabinieri del Ris di Parma vengono introdotti elementi di dubbio" che "fanno sminuire la graniticità del costrutto accusatorio".

I dubbi riguardano la capacità di procurare una lesione mortale all'ispettore Raciti al fegato da parte del sottolavello in lamiera con il quale, secondo l'accusa, il minorenne avrebbe colpito l'investigatore all'ingresso della curva nord del Massimino. Dubbi che incidono sulla gravità degli indizi che giustificano la detenzione cautelare.

Il Gip Chierego,è da "escludere la tesi dell'incidente stradale" legata all'ipotesi del fuoco amico, con l'ispettore che sarebbe stato investito da un Discovery della polizia mentre faceva retromarcia perché, ribadisce il giudice, "bisogna tenere presente non soltanto la deposizione" dell'agente che era alla guida ma anche di quella del poliziotto che era accanto a Raciti, che è, per il gip, determinante.
"Su tale ricostruzione degli eventi - scrive il gip - nonostante improbabili ricostruzioni in tal senso, svoltesi anche in sedi inopportune, non vi è spazio ad alcun dubbio". Per questo il gip ha respinto ancora una volta la richiesta di un incidente probatorio presentato dai legali dell'indagato per una nuova perizia medico legale. Le molecole azzurre trovate negli scarponi e nella maschera antigas indossati da Raciti, si rileva inoltre in ambienti giudiziari qualificati, proverrebbero dal casco e in ogni caso non sono presenti sul giubbotto nella zona della ferita mortale. La perizia definitiva dei carabinieri del Ris di Parma non è stata ancora depositata.

 

 

 

.......................................................................


Altre notizie

....................................vai all'indice

 

  email: scrivi al direttore

21.5.2007   

Maggio 2007

Casella di testo: cultura&show
PUBBLICITA' ON LINE
Per la pubblicità e piccoli annunci su SICILIA MILLENNIUM inviare email a: reclame@siciliamillennium.it
....................................
.entra


    IL TEATRO DI ANNA MAURO

IN ANTEPRIMA, SICILIA SU MILLENNIUM LA SPLENDIDA COMMEDIA DI ANNA MAURO
IL MIRACOLO DELLE UOVA DI PASQUA

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ANNA MAURO

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Anna Mauro

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI MAGIC

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Magic

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ALDO REINA

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Aldo Reina

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ENZA GARIPOLI

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Enza Garipoli

...........................per saperne di più

Altre notizie

..............................vai all'indice


 

 



progetto grafico Edizioni Steri -  2004 - 2005
progetto editoriale-impaginazione: Enza Garipoli
© sicilia millennium 2007   tutti i diritti riservati