home Sicilia Millennium  - scrivi al direttore  

notizie dalla sicilia

 

© sicilia millennium
quotidiano telematico diretto da Enza Garipoli
tutti i diritti riservati
sicilia millennium... e ti affacci al mondo

 

indice delle notizie 
regionali

 
     vai al supplemento culturale Misura D'Amore    

 

      

TURISMO IN SICILIA

Mare ed enogastronomia: ecco cosa amano gli stranieri della Sicilia
infrastrutture e qualità alberghiera al 1° posto

13 febbraio 2007

 

PALERMOLa bellezza delle coste siciliane insieme alla prelibatezza dei piatti tipici e dei vini locali rendono la Sicilia una delle mete preferite per i turisti stranieri. Se poi si aggiunge anche la calorosità degli abitanti, l’Isola svetta al primo posto rispetto a tutte le altre regioni italiane.  E’ quanto emerge da uno studio dell’immagine dell’Italia vista dall’estero, contenuto all’interno del XV Rapporto sul Turismo Italiano e commissionato dalla Direzione Generale per il Turismo (DGT) del Ministero delle Attività Produttive e realizzata da Doxa in a.t.i. con Mercury e Touring. L’indagine è stata realizzata intervistando un campione di 1.000 italiani, 5.000 stranieri, residenti in Francia, Germania, Gran Bretagna, Usa e Giappone, e 70 tour operator tra italiani e stranieri.  In generale, all’estero cresce la percezione dell’Italia, in particolare tra i francesi e i tedeschi piuttosto che tra inglesi, americani e giapponesi.

L’immagine del Belpaese  viene associata soprattutto alle parole vacanza ed enogastronomia ma gli stranieri ammettono di conoscere il nostro Paese anche per la situazione politica e lo sport. Roma e Venezia sono le città più rinomate mentre la Sicilia si colloca in quinta posizione dopo Firenze e Milano. Dal 2004 a oggi, però, la percezione della Sicilia è cresciuta dal 15,7% al 19%. Arte e cultura rappresentano al meglio l’Italia in una scala di giudizi che va da 1 a 10 ma l’Italia è amata anche per l’enogastronomia, le bellezze naturali, il made in Italy e il carattere dei suoi abitanti.
 Chiudono gli alberghi e altre strutture. A dare un quadro negativo, invece, la mancanza di informazioni per i turisti, i rapporti dell’Italia con il paese d’origine dell’intervistato, il tenore di vita degli italiani, prezzi e costo della vita ma anche la fiducia nell’Italia e la sicurezza per i turisti.
 Dal 2004 al 2006 è rimasto quasi invariato il desiderio di trascorre una vacanza in Italia (dal 30,2% al 30,6%) e quanti sono stati nel Belpaese (dal 40,1% al 42%). Infatti, mentre è diminuito il numero di francesi e tedeschi che hanno scelto l’Italia come meta per le loro vacanze, è aumentato di quasi il 13% il numero di turisti inglesi arrivati in Italia e del 3% i giapponesi. Stabile l’afflusso di turisti Usa. 
 Mete preferite si confermano, ancora una volta, le città d’arte seguite dalle località balneari.
La Sicilia è la 6° destinazione (5,6%).  Rispetto ai diversi fattori di attrattività turistica,, seconda do la Sicilia si colloca prima per simpatia e accoglienza degli abitantipo la Sardegna per il mare e la bellezza delle coste, e terza per i vini e la gastronomia, subito dopo Toscana ed Emilia Romagna. Perde, invece, posizione se i turisti prendono in considerazione la qualità degli alberghi, delle infrastrutture e degli uffici di informazione turistica. In compenso però la Sicilia è la quarta meta dopo Emilia Romagna, Calabria e Puglia, se si decide di trascorrere una vacanza conveniente.

 

argomenti correlati