home page  - scrivi al direttore

notizie medicina

© sicilia millennium
quotidiano telematico diretto da Enza Garipoli
tutti i diritti riservati
sicilia millennium... e ti affacci al mondo

 

indice delle notizie 
 

 
     vai al supplemento culturale Misura D'Amore  
 

SALUTE E RICERCA

In primo piano

ROMA - VACCINO PER IL CANCRO ALL'UTERO: L'ITALIA TARDA
Sono 33.500 le donne che ogni anno vengono colpite da cancro al collo dell'utero
di Enza Garipoli
21 dicembre 2006

ROMA - Sono 33.500 le donne che ogni anno vengono colpite da cancro al collo dell'utero, mentre i decessi arrivano addirittura a 3.500 donne italiane e a 15.000 morti nel mondo: considerando soltanto i dati ufficiali.
Ma contro il cancro all'utero, oggi esiste una medicina efficace, il Gardasil*, che è il primo vaccino scudo contro il cancro al collo dell'utero.
Si tratta di un vaccino quadrivalente contro i tipi 6, 11, 16 e 18 del Papillomavirus umano (Hpv), responsabili del 75% dei casi di carcinoma alla cervice uterina e della stragrande maggioranza di altre lesioni intime. Il siero può essere somministrato in due momenti (9-15 anni o 16-26), e in studi clinici condotti su oltre 25mila donne in 33 Paesi di cinque continenti, si è dimostrato in grado di prevenire il 100% dei tumori al collo dell'utero, delle lesioni cervicali e vulvari pre-cancerose e dei condilomi genitali. Si è inoltre rilevata una protezione incrociata anche contro le infezioni da Hpv 31 e 45, oltre a un'efficacia su un periodo di tempo pari almeno a cinque anni, che secondo le stime potrà pero essere esteso a 20.

Commercializzato in Europa da Sanofi Pasteur MSD e da Merck Co. negli altri mercati, il farmaco è già stato registrato in 49 nazioni, di cui 13 europee, che l'hanno autorizzato con procedura accelerata.

In Italia, però, il suo arrivo non è previsto prima della prossima primavera, a causa di ritardi nell'iter registrativo segnalati durante un recente meeting internazionale.
Tali ritardi hanno sollevato proteste e polemiche. «La situazione ci preoccupa molto», spiega in una nota Maria Rita Munizzi, presidente del Moige – Movimento Italiano Genitori, «e mette a rischio la salute di un’intera generazione di donne. Visto che il virus si contrae spesso nella prima adolescenza, anche in assenza di rapporti sessuali completi, l’ideale sarebbe effettuare il vaccino già verso gli 11 anni; questo ritardo tutto italiano nell’introduzione del vaccino sta privando le preadolescenti di oggi, e dunque un’intera generazione di giovani donne domani, di una grande opportunità di proteggersi».

 

argomenti correlati
20 ottobre 2006
SALUTE - BPCO - BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA

MESSINA - UN’IMPORTANTE ANALISI CLINICA DIMOSTRA CHE È POSSIBILE RIDURRE SIGNIFICATIVAMENTE IL RISCHIO DI MORTALITÀ IN PAZIENTI AFFETTI DA BPCO GRAVE ASSOCIANDO BUDESONIDE A FORMOTEROLO E/O AD UN BRONCODILATATORE A BREVE DURATA D’AZIONE
UNA SPERANZA CONCRETA PER UNA MALATTIA LA CUI DIFFUSIONE E’ IN AUMENTO ANCHE NEL SUD
.......................ENTRA

SALUTE - L'importanza del trattamento delle riacutizzazioni della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO)
Multimedia Healthcare Communication
23 dicembre 2005
......................entra
.
NAPOLI - RICERCA SUL CANCRO: IMPORTANTE NUOVA TERAPIA ALL'ISTITUTO "PASCALE" DI NAPOLI PER IL TUMORE AL RETTO
26 giugno 2006
.......... per saperne di più

SALUTE
ROMA - Scoperto meccanismo anti-metastasi dai ricercatori dell'Università Cattolica che hanno individuato una molecola-chiave
22 dicembre 2005
.............per saperne di più

AstraZeneca è un'azienda leader a livello internazionale nel settore della salute, impegnata nella ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti farmaceutici etici (con prescrizione) e nell'offerta di servizi in ambito sanitario. Rappresenta una delle cinque maggiori aziende farmaceutiche al mondo, con un fatturato superiore a 21.4 miliardi $ e una posizione di leadership consolidata nelle aree terapeutiche gastrointestinale, cardiovascolare, respiratoria, oncologica e delle neuroscienze.
AstraZeneca è quotata al Dow Jones Sustainability Index (Global) e al FTSE4Good Index.

SALUTE -
Terapia adattabile dell'asma: nuove evidenze per una migliore gestione del paziente
Realizzato grazie alla sponsorizzazione di AstraZeneca, INSPIRE (International Asthma Patient Insight Research), un nuovo studio attitudinale di rilevanza internazionale
20 dicembre 2005
...... per saperne di più