home Sicilia Millennium  - scrivi al direttore

notizie dalla Sicilia

© sicilia millennium - www.siciliamillennium.it
quotidiano telematico diretto da Enza Garipoli
tutti i diritti riservati
sicilia millennium... e ti affacci al mondo

 

indice delle notizie 
 

 
     vai al supplemento culturale: Misura D'Amore www.misuradamore.it  

 


Catania - Pregiudicato ucciso da due killer mentre era con la figlia di 4 anni. Giuseppe Sciotti, 47 anni, aveva appena accompagnato a scuola l'altra figlia dodicenne
20 novembre 2006

 

CATANIA - Morto a 47 anni ammazzato da due killer: è morto così, stamattina, Giuseppe Sciotti, era pluripregiudicato e sorvegliato speciale per reati di mafia, morto in seguito ai colpi di arma da fuoco sparati da due uomini in moto a Catania, in via Capri, nel popoloso quartiere di Nesima, alla periferia della città. Indagano gli agenti della squadra mobile della Questura etnea, che nella ricostruzione dell'omicidio hanno appurato che Sciotti sarebbe stato ucciso da due killer dopo avere accompagnato la sua bambina di 12 anni a scuola e mentre era ancora in compagnia dell'altra figlia di 4 anni. La piccola è rimasta illesa ma sul suo giubbottino c'era il sangue del padre.
I due killer, secondo i primi rilievi della polizia, hanno utilizzato due pistole, una calibro 7,65 e una calibro 9, centrando l'uomo con tre colpi.

Giuseppe Sciotti era fratello di Angelo, ucciso il 28 settembre del 1990 a Torino. Quest'ultimo era ritenuto il luogotenente del boss Francesco Miano ed era uno dei componenti del cosiddetto "Clan dei catanesi".
Giuseppe Sciotti nel febbraio 1984 fu arrestato, su disposizione della Procura di Torino, di cui facevano parte anche Giancarlo Caselli e il sostituto Maddalena, nell'ambito di una operazione contro il clan dei Cursoti scaturita dalle confessioni del pentito catanese trapiantato in Piemonte Salvatore Parisi, detto "Turinella".
Il 18 novembre del 1991, Giuseppe Sciotti venne ancora arrestato insieme ad altri esponenti di spicco dello stesso gruppo criminale, quando la polizia li sorprese mentre stavano per partecipare a un incontro di vertice della cosca.
L'ultimo arresto di Giuseppe Sciotti risale al 15 dicembre del 1996: in seguito alle indagini intraprese per verificare le numerose richieste estorsive ai danni dei commercianti di via Etnea, a Catania, assieme ad altre tre persone, considerate vicine al boss detenuto Santo Mazzei, ritenuto il capo dell'omonima cosca.

 

argomenti correlati