Enza Garipoli
Direttore responsabile


  Speciale

L'ASSASSINIO DELL'ISPETTORE RACITI

CATANIA - TRAGEDIA ALLO STADIO MASSIMINO
LO SPECIALE SULLA NOTTE DEL DERBY

di Enza Garipoli

.................................  entra


  Speciale Dico

ROMA - DICO: IN SINTESI TUTTE LE NOVITA' DEL DDL SULLE COPPIE DI FATTO

.................................entra


  Inchiesta minori


CATANIA - INCHIESTA NEL DISAGIO MINORILE IN SICILIA
di Enza Garipoli

............................... di più


           IL RACCONTO

Omaggio per i nostri lettori: "ASPETTANDO IL PROCESSO"
 di Enza Garipoli

...............................entra


              MISURA D'AMORE

IL SUPPLEMENTO CULTURALE
"MISURA D'AMORE"
 

.................................. entra


© sicilia millennium 2007
   tutti i diritti riservati

   
 

 

 

 

DALL'ITALIA E DAL MONDO

31 maggio 2007

Da un’indagine di Astra Ricerche per Janssen-Cilag su cinquant'anni di rapporti tra madri-figlie
Migliora al Sud il dialogo tra madri e figlie

 

MILANO - Anche se un po' in ritardo rispetto ad altre regioni della penisola, il rapporto tra le mamme e le figlie del Sud Italia sta diventando più intimo e profondo. Le due generazioni parlano di tutto, amici, amori, contraccezione, in un rapporto sempre più basato sul dialogo. E quando si tratta di scegliere, figlie e mamme moderne, evolute e attente alla salute scelgono il cerotto contraccettivo

Milano, 21 Maggio 2007 – “Il 74% delle ragazze del Sud, dalla Campania alla Sicilia, parla di più con le proprie madri, anche di argomenti intimi, una percentuale di poco inferiore alla media del resto d'Italia” – sostiene il prof. Enrico Finzi, sociologo, Presidente di Astra Ricerche – ed il maggior dialogo intergenerazionale è una tendenza in crescita, specie nelle giovanissime. Lo conferma una vasta indagine realizzata da Astra Ricerche, condotta su campioni rappresentativi di 25.2 milioni di mamme e figlie di cui poco più di 7 milioni residenti nel Sud. L'indagine, condotta intervistando un totale di 1.566 donne, è stata presentata oggi e pubblicata su www.astraricerche.it e su www.gynevra.it.

"Quella della comunicazione tra madri e figlie è davvero una fotografia 'in evoluzione' – sostiene il prof. Finzi – Il rapporto è cambiato negli anni, evolvendo verso una relazione più armonica e di dialogo. Certo, vi sono aree della penisola dove il dialogo è più facile che in altre ma la tendenza è ovunque positiva".

“Nel 54% dei casi – spiega il prof. Finzi – le ragazze italiane parlano di tutto con le proprie madri, specialmente se queste ultime sono donne più giovani. E il 74% delle under 20 del Sud si confida con la mamma su amici e amori, rispetto ad un 79% delle coetanee di tutta Italia. A livello nazionale tale percentuale si dimezza nella generazione del ’68”.

"Per quanto riguarda la sessualità – continua il professore – le ragazze campane, pugliesi, lucane, calabresi e siciliane al di sotto dei 20 anni accettano il dialogo sull'argomento nel 33% dei casi, molto al di sotto del 38% nazionale. E la contraccezione segue lo stesso andamento: il 35% delle ragazze più giovani parla di questo con la mamma contro un 40% medio nazionale".
“A proposito di contraccezione – aggiunge il professore – solo il 18% delle donne del Sud sceglie metodi ormonali, quali pillola o cerotto transdermico, e il dato scende al 12% per le ragazze di meno di 20 anni". Una diffusione inferiore rispetto a tutte le altre aree della penisola.
Le donne del Sud che utilizzano il cerotto contraccettivo ne danno una valutazione sicuramente positiva e per l'88% lo ritengono comodo.

"Il cerotto – conferma la prof.ssa Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell'ospedale San Raffaele Resnati di Milano – comporta una serie di vantaggi . Innanzitutto ha una buona tollerabilità e dà minori problemi a livello gastro-intestinale ed epatico e non influenza il peso. Inoltre, a differenza della via tradizionale con pillola, la via transdermica permette di mantenere livelli di ormoni nel sangue costanti per tutto il periodo di applicazione del cerotto stesso, riducendo così il rischio di ovulazioni da assunzione non regolare (come può avvenire, per esempio, con le pillole a basso dosaggio).
Infatti, in caso di dimenticanza, il cerotto protegge più a lungo delle pillole e cioè sino a 48 ore."

La qualità di massimo appeal per le giovani – continua Alessandra Graziottin – è il suo uso settimanale che semplifica enormemente l'assunzione degli ormoni e, quindi, riduce gli errori. Per le donne di tutte le età, invece, saltare il primo passaggio epatico è un plus per la salute perché si sovraccarica meno il fegato"
Come il rapporto mamma-figlia, anche il rapporto donna-contraccezione è dunque un rapporto più felice.
Fonte bibliografica. Finzi, I rapporti tra madri e figlie in Italia, sintesi delle indagini quantitative svolte da Astra per Janssen-Cilag (2005-2006).
 

 

.......................................................................


Altre notizie

....................................vai all'indice

 

  email: scrivi al direttore

21.5.2007   

Maggio 2007

Casella di testo: cultura&show
PUBBLICITA' ON LINE
Per la pubblicità e piccoli annunci su SICILIA MILLENNIUM inviare email a: reclame@siciliamillennium.it
....................................
.entra


    IL TEATRO DI ANNA MAURO

IN ANTEPRIMA, SICILIA SU MILLENNIUM LA SPLENDIDA COMMEDIA DI ANNA MAURO
IL MIRACOLO DELLE UOVA DI PASQUA

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ANNA MAURO

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Anna Mauro

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI MAGIC

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Magic

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ALDO REINA

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Aldo Reina

...........................per saperne di più

  IL BLOG DI ENZA GARIPOLI

PATechnoloGEEK weBLOG
Cliccare su: 
Enza Garipoli

...........................per saperne di più

Altre notizie

..............................vai all'indice


 

 



progetto grafico Edizioni Steri -  2004 - 2005
progetto editoriale-impaginazione: Enza Garipoli
© sicilia millennium 2007   tutti i diritti riservati