torna a Sicilia Millennium - scrivi al direttore  

notizie dal mondo

 

© sicilia millennium™
quotidiano telematico diretto da Enza Garipoli
tutti i diritti riservati
sicilia millennium... e ti affacci al mondo

 

indice delle notizie 
internazionali

 
     vai al supplemento culturale Misura D'Amore      
 


Ostaggi italiani: questo pomeriggio a Roma grande manifestazione
In piazza anche la madre di Stefio dopo l'appello a Franca Ciampi
29  aprile 2004

 ROMA - Per favorire la liberazione dei tre italiani sequestrati in Iraq, questo pomeriggio alle 17 ci sarà una sfilata pacifista che da Castel Sant'Angelo raggiungerà Piazza San Pietro. La mobilitazione non è a sfondo politico, ma vuol rappresentare la solidarietà degli italiani verso le famiglie Stefio, Agliana , Quattrocchi e Cupertino. 
Maria Luisa, la madre di Salvatore Stefio, dopo essersi rinchiusa in casa  con la sua angoscia dal giorno del sequestro del figlio, ''Ha deciso di reagire" così ha detto il nipote Giuseppe. E Maria Luisa si è subito adoperata per contribuire con inviti e telefonate alla riuscita della manifestazione di oggi a Roma. Ieri ha anche rivolto un accorato appello  a Franca Ciampi da mamma a. ''Solo una madre può capire il dolore di un'altra madre. Ci affidiamo a lei per avere una buona notizia ''.
Partirà questa mattina per Roma la signora Maria Luisa, con il figlio Giuseppe Stefio  e il marito Angelo, l'ex carabiniere che con il suo tricolore sventolato per l'Italia è diventato il simbolo dell'amore paterno e del patriottismo. Da Cesenatico sono partite circa trenta persone  tra parenti e amici. Inoltre, il Comune ha 'organizzato due pullman per le 80 persone che andranno al corteo. Il sindaco Damiano Zoffoli e alcuni esponenti dell'Amministrazione faranno il viaggio con gli Stefio.
Tutti, amici parenti e compatrioti, sperano in una folta partecipazione al corteo di Roma per favorire il ritorno a casa  di Salvo, Umberto e Maurizio, oltre al corpo del giovane eroe catanese Fabrizio Quattrocchi. Angelo Stefio, il padre di Salvatore, si e' unito alle altre famiglie dei rapiti in un appello ai romani a manifestare, ''perché ne abbiamo bisogno, e più siamo meglio è".
ALLE 17 IL CORTEO SI MUOVERA' DA CASTEL S.ANGELO A S.PIETRO - La manifestazione voluta anche dalle famiglie dei tre ostaggi partirà alle 17 da Castel Sant'Angelo e si concluderà a San Pietro. Main Vaticano si fa notare che una manifestazione che abbia un qualunque carattere politico non è compatibile con la ''natura'' di Piazza San Pietro.
Ma le famiglie Stefio, Agliana, Cupertino si sono appellate a tutti gli italiani affinché partecipino numerosi al loro corteo per la liberazione degli ostaggi e per la restituzione delle spoglie di Fabrizio, l'appello è stato  letto ai giornalisti dal fratello di Umberto Cupertino, Francesco, in nome anche dei familiari di Stefio e Agliana.
''Nel rispetto della libertà e della dignità di ognuno - ha detto Francesco Cupertino - anche se personalmente coinvolti nell' umana e angosciante vicenda degli ostaggi rapiti in Iraq, ci appelliamo al senso di Patria e di italianità perché il nostro dolore sia fatto partecipe ed insieme al nostro strazio si unisca in un' unica voce a quello del popolo iracheno, profondamente colpito".



 

 

 

 

 

 

 

argomenti correlati