torna a sicilia millennium - scrivi al direttore

notizie dall'italia

© sicilia millennium
quotidiano telematico diretto da Enza Garipoli
tutti i diritti riservati
sicilia millennium... e ti affacci al mondo

 

indice delle notizie 
nazionali

 
     vai al supplemento culturale Misura D'Amore  
 


ROMA - Appartengono al catanese Fabrizio Quattrocchi
le spoglie mortali consegnate alla Croce rossa italiana a Baghdad
Si riaccendono le speranze per la liberazione di Stefio, Agliana e Cupertino
di Enza Garipoli
23 maggio 2004



FABRIZIO QUATTROCCHI

ROMA - Appartengono al catanese Fabrizio Quattrocchi le spoglie mortali restituite ai suoi familiari dai terroristi iracheni tramite la Croce Rossa Italiana a Baghdad. Anche se  nel corso della giornata di ieri, si erano in un primo tempo prospettati tempi più lunghi, a tarda notte si è diffusa la notizia della positività sul test del Dna eseguito sui campioni organici prelevati a Baghdad sul corpo consegnato venerdì scorso alla Croce rossa italiana. Nella stessa serata, i campioni utili all'esecuzione dell'esame del Dna erano stati portati in Italia dal commissario straordinario della Croce Rossa Maurizio Scelli.
Il risultato decisivo è stato ottenuto intorno mezzanotte, raffrontando il Dna di un frammento osseo giunto dall'Iraq con quello del bulbo di alcuni capelli di Fabrizio trovati sul suo cuscino e all'interno del suo casco.
Adesso, con l'accertamento dell'identità del primo ostaggio italiano ucciso appena il giorno successivo al suo rapimento, si riaccendono le speranze riguardo la liberazione degli altri tre ostaggi ancora nelle mani dei terroristi iracheni. Fonti vicine ai rapitori avrebbero confermato che Agliana, Stefio e Cupertino godono di buona salute e che sono trattati bene; ma i loro familiari e tutti gli italiani attendono con ansia e partecipazione il momento della loro liberazione.
Domani, saranno depositati i risultati delle analisi del Dna alla procura romana, ai pm Franco Ionta e Pietro Saviotti che conducono l'inchiesta. Entro oggi, il corpo di Fabrizio Quattrocchi rientrerà in Patria. Dopo l'autopsia l'attendono - insieme agli onori che gli verranno tributati, alle preghiere e all'affetto dei suoi cari, degli amici e colleghi e degli italiani tutti - un funerale cristiano e la pace eterna dei giovani eroi.

 

 

 

 

 

 

argomenti correlati