torna a Sicilia Millennium - scrivi al direttore

notizie dal mondo

© sicilia millennium™
quotidiano telematico diretto da Enza Garipoli
tutti i diritti riservati
sicilia millennium... e ti affacci al mondo

 

indice delle notizie 
internazionali

 
     vai al supplemento culturale Misura D'Amore  
 

 

IRAQ - UCCISO IL CATANESE FABRIZIO QUATTROCCHI
UNO DEI QUATTRO ITALIANI RAPITI DAI BANDITI IRACHENI
LA TRAGICA CONFERMA E' ARRIVATA  DAL MINISTRO FRATTINI
LE BRIGATE VERDI MINACCIANO DI UCCIDERE GLI ALTRI OSTAGGI
SE L'ITALIA NON RITIRA LE SUE TRUPPE DALL'IRAQ
MA IL NOSTRO GOVERNO NON PUO' SCENDERE A PATTI
15  aprile 2004


FABRIZIO QUATTROCCHI NEL VIDEO DI AL-JAZEERA
 

La conferma della tragica fine del catanese Fabrizio Quattrocchi, rapito due notti or sono con altri tre ostaggi italiani, viene dal nostro ministro degli Esteri Franco Frattini, poco dopo la mezzanotte di ieri. La prima vittima, fra i quattro ostaggi italiani catturati martedì dalle sedicenti e sconosciute Brigate Verdi di Maometto è stata uccisa in Iraq nella serata di ieri con ferocia inaudita.
La notizia è stata diffusa dalla tv araba Al Jazeera, la stessa annunciatrice ha detto in diretta che l'emittente era in possesso anche del video in cui era stata documentato l'assassinio del nostro connazionale, ma che si era deciso di non trasmetterlo a causa dell'estremo raccapriccio che avrebbe causato la vista di immagini tanto cruente e crudeli. Lo sfortunato catanese sarebbe stato ucciso con un colpo di pistola al capo, coperto dapprima da un cappuccio, al termine della macabra esecuzione il viso gli sarebbe stato scoperto per mostrare la sua identità.
Fabrizio Quattrocchi, di 36 anni, era di Catania, ma viveva a Genova con la famiglia. Lavorava per l' agenzia di investigazioni e sicurezza Ibsa e prima nell'esercito italiano aveva svolto il suo servizio in fanteria. Fabrizio Quattrocchi si trovava in Iraq dallo scorso novembre. Alla madre però aveva fatto credere di trovarsi in Kosovo, per non farla preoccupare troppo.
Alla notizia della tragica soppressione del figlio, la signora Quattrocchi si è sentita venir meno ma ha rifiutato il ricovero in ospedale.
 
 IRAQ - Gli altri tre italiani rapiti sono: Salvatore Stefio, Umberto Cupertino, Maurizio Agliana.
Salvatore Stefio, 34 anni nato a Lentini in provincia di Siracusa, abita con la famiglia a di Catenanuova (Enna); lavora per la società italiana di sicurezza Presidium che opera anche in Iraq.
Umberto Cupertino, 35 anni, di Sammichele di Bari, vive nella cittadina pugliese con la madre ed lavora come guardia privata.
Maurizio Agliana, 37 anni, di Prato, vanta una lunga esperienza nel volontariato, e fa la  guardia giurata  svolgendo il suo servizio anche all' estero.

 

 

 

 

 

 

 

argomenti correlati